Progetto Caleidoscopio: Casa Brandesia

|Progetto Caleidoscopio: Casa Brandesia

Nei primi mesi del 2018 nascerà una nuova realtà all’interno della Comunità di San Martino al Campo.
Il Progetto Caleidoscopio – Casa Brandesia: una casa di accoglienza per giovani tra i 18 e i 25 anni che vivono un disagio psico-sociale.
E’ un progetto molto importante, che vuole guardare a questi ragazzi con uno sguardo nuovo, lavorando sulle loro potenzialità e sui loro sogni per avviarli ad un reinserimento in contesti sociali e lavorativi adeguati.

Chi

Giovani tra i 18 ei 25 anni che vivono un disagio psico‐sociale, intendendo con questo termine un ventaglio di comportamenti devianti, spesso illegali, che portano a situazioni di espulsione dai tradizionali contesti sociali.
Tra i beneficiari rientrano anche giovani infra ventunenni segnalati dall’Ufficio Servizi Sociali per i Minorenni che hanno compiuto reati. Inoltre possono rientrare nel target anche giovani segnalati dai distretti sanitari che manifestano difficoltà comportamentali al limite dell’esordio psichiatrico.

Dove

Il progetto verrà realizzato a Trieste, ma sarà aperto anche a ragazzi provenienti da altre città sia del territorio regionale che nazionale.

Perché

L’obiettivo del progetto è creare le condizioni per cui un giovane ancora in fase evolutiva che vive una situazione di disagio possa continuare il suo percorso di crescita sia personale che sociale all’interno di un contesto di vita
positivo e incoraggiante, incentrato sulle relazioni e sulla vita di gruppo, al fine di intraprendere – all’uscita dal periodo di accoglienza residenziale – una vita adulta basata su una autonomia abitativa e lavorativa sostenibile.

Quando

Il progetto si avvierà nei primi mesi del 2018. Ogni accoglienza avrà una durata compresa tra i 6 e i 18 mesi.

Come

Il progetto dell’accoglienza si dimensiona su scala familiare. Ad ognuno verrà chiesto di rispettare poche e basilari regole comunitarie: il rispetto degli orari, la cogestione delle faccende domestiche, la correttezza nei rapporti reciproci e con gli educatori, il divieto di bere alcolici e far uso di sostanze, la partecipazione ad alcune attività comuni. Ogni ragazzo accolto avrà un programma individuale che comprenderà il suo impegno interno alla casa (gestione delle pulizie, dei pasti, ecc.), all’esterno della casa (scuola, lavoro, corsi di formazione, ecc.) e la gestione del tempo libero.
L’accoglienza comprende:
‐ vitto e alloggio;
‐ accompagnamento educativo da parte dell’équipe di educatori professionali;
‐ consulenza psicologica attraverso incontri di gruppo settimanali;
‐ attività formativa e ricreativa (iscrizione a corsi di formazione, ad attività sportive, ad attività culturali, ecc.)

Come puoi aiutarci

Sostieni l’accoglienza di un giovane. Fai una donazione alla Comunità di San Martino al Campo indicando nella causale:
“Progetto Caleidoscopio”.
Il tuo dono è fondamentale per ridare la serenità ad un ragazzo in difficoltà.

Codice IBAN: IT28Y0200802230000005601740
intestato a: Comunità di San Martino al Campo

Dona Ora

2018-05-30T19:31:38+00:0015 novembre 2017|Categories: Notizie|